Raffaello Sanzio, sabato 17 marzo alle ore 17,30 -

Raffaello Sanzio, sabato 17 marzo alle ore 17,30

La vita e le opere del pittore più significativo del Rinascimento italiano

LOCANDINA RAFFAELLO 2018 webAncora una interessante proposta culturale del CIS Montesacro. 

Sabato 17 marzo 2018 alle ore 17,30 si parlerà di Raffaello Sanzio, il pittore urbinate che ha con le sue opere ha rivoluzionato l’arte pittorica italiana ed internazionale.

A raccontarci la vita, sia dell’uomo che dell’artista, di questo pilastro del Rinascimento sarà l’esimio Mario Apuzzo.

Raffaello, uno dei maggiori pittori ed architetti italiani a cavallo tra il XV ed il XVI secolo, è considerato uno dei più grandi artisti d’ogni tempo; la sua opera segnò un tracciato imprescindibile per tutti i pittori successivi e fu di vitale importanza per lo sviluppo del linguaggio artistico dei secoli avvenire, dando vita tra l’altro ad una scuola che fece arte “alla maniera” sua e che va sotto il nome di manierismo.

Modello fondamentale per tutte le accademie fino alla prima metà dell’Ottocento, la sua influenza è ravvisabile anche in pittori del XX secolo come Salvador Dalì.

Verso la fine del 1508 per Raffaello arrivò la chiamata a Roma che cambiò la sua vita. In quel periodo infatti papa Giulio II aveva messo in atto una straordinaria opera di rinnovo urbanistico e artistico della città in generale e del Vaticano in particolare, chiamando a sé i migliori artisti sulla piazza, tra cui Michelangelo e Donato Bramante. Fu proprio Bramante, secondo la testimonianza di Vasari, a suggerire al papa il nome del conterraneo Raffaello, ma non è escluso che nella sua chiamata ebbero un ruolo decisivo anche i Della Rovere, parenti del papa, in particolare Francesco Maria, figlio di quella Giovanna Feltria che già aveva raccomandato l’artista a Firenze.

Qui affiancò una squadra di pittori provenienti da tutta Italia (il SodomaBramantinoBaldassarre PeruzziLorenzo Lotto e altri) per la decorazione, da poco avviata, dei nuovi appartamenti papali, le Stanze. Le sue prove nella volta della prima, poi detta Stanza della Segnatura, piacquero così tanto al papa che decise di affidargli, fin dal 1509, tutta la decorazione dell’appartamento.

Queste sue opere ineguagliabili sono ora conosciute come le Stanze di Raffaello presso le quali successivamente all’incontro, in data ancora da definire, il CIS Montesacro organizzerà una visita guidata.

Come sempre l’ingresso all’incontro di sabato 17 marzo sarà libero e gratuito.